Per coloro che intendono assumere l’ufficio di Padrino o Madrina per i Sacramenti del Battesimo e della Cresima può essere richiesto un apposito certificato (disponibile a questo link come file PDF: Autocertificazione Padrini e Madrine). Esso consiste di una autocertificazione nella quale l’interessato dichiara di:

– di aver compiuto 18 anni di età (can. 874 §2 del C.D.C. e can. 33 del Sinodo della Diocesi di Orvieto-Todi);

– di essere battezzato/a, cresimato/a e di aver ricevuto la Prima Comunione (can. 874 §3);

– di non aver contratto matrimonio solo civile, né di convivere, né di aver procurato il divorzio (can. 874 §3);

– di non essere irretito da alcuna pena canonica legittimamente inflitta o dichiarata (can. 874 §4);

– di impegnarmi a condurre una vita cristiana conforme alla fede e all’incarico che mi assumo (can. 874 §3).

In tal senso tale dichiarazione deve essere fatta e firmata davanti al Parroco del proprio domicilio, il quale controfirma per attestare l’identità del dichiarante e la corrispondenza al dichiarato.

È NECESSARIO PERCIÒ PRENDERE DIRETTAMENTE APPUNTAMENTO PRIMA O DOPO LE FUNZIONI OPPURE TELEFONANDO AL 3669513199.

Le informazioni contenute in tale atto e nei certificati di battesimo e cresima sono considerati dati sensibili e tutelati dalle leggi italiane sulla privacy e perciò possono essere richiesti solo dagli interessati se maggiorenni oppure da chi esercita la patria potestà se minorenni.

Nessun tipo di certificato viene chiesto, invece, per i testimoni al Matrimonio, basta che siano maggiorenni e capaci d’intendere e volere.