Il mese di maggio si è chiuso a ridosso della festa del Corpus Domini. Un mese ricco di avvenimenti che hanno toccato profondamente la Chiesa che è in Valenza.

Difficile raccontare un intero mese in poche parole, almeno in quel numero che il Lettore è disposto a tollerare guardando lo schermo di un computer o di un telefonino. Per questo, ancora una volta, lasceremo che siano le immagini a raccontare gli avvenimenti che ci hanno toccato da vicino come Comunità ecclesiale. A cominciare dall’ordinazione di don Santiago Ortiz, continuando con l’esperienza del Rosario itinerante e le Messe vespertine animate da molte corali, passando per la celebrazione di chiusura del mese mariano a Casa di Luce e, idealmente, chiudendo Maggio con la solennità del Corpo e Sangue di Gesù. Lo stesso mese che ci ha accompagnati a celebrare l’Ascensione (13 maggio), la Pentecoste (20 maggio), la Santissima Trinità (27 maggio).

Sono tutti momenti, questi, in cui il Signore chiama il Suo gregge a guardare all’essenziale, a fare esperienza di figliolanza di Sua Madre, a ricordare che al centro della vita cristiana c’è la Resurrezione e che da questa nasce tutto. Un mese, dunque, ricco di Grazie, che ci ha chiamati ad accelerare il passo camminando dietro al Signore.




BONUS: la festa dopo la Festa…